domenica 19 agosto 2012

Euro addio!?

 

Uscita dall’euro : per l’Austria e la Finlandia non è più un tabù


Il ministro degli esteri finlandese, Erkki Tuomioja, stando al quotidiano conservatore britannico ‘The Daily Telegraph’, ha affermato che «dobbiamo prepararci apertamente alla possibilità di uno scoppio della zona euro». L’evento, a detta del ministro, non è in alcun modo auspicato dalla Finlandia «neppure dal partito Veri Finlandesi (destra nazionalista), senza parlare del governo», tuttavia «dobbiamo tenerci pronti». E non è solo un’affermazione di principio dal momento che, ci fa sapere, «i funzionari finlandesi hanno preparato dei piani operativi per far fronte ad ogni eventualità».
Anche il ministro degli esteri austriaco, Michael Spindelegger, come riporta il giornale Kurier in un’intervista, ha chiesto che la zona euro crei un meccanismo legale che permetta ai paesi membri che non rispettino i criteri della zona euro di esserne esclusi: «noi abbiamo bisogno di trovare i mezzi che ci permettano di far uscire qualcuno dalla zona euro».
Dal canto suo Tuomioja ritiene che ci sia consenso intorno al fatto che «uno scoppio della zona euro nel breve, e anche nel medio termine, costerebbe più caro che continuare a gestire la crisi», tuttavia una tale evento non necessariamente «significherebbe la fine dell’unione europea, al contrario potrebbe permettere ad essa di funzionare meglio».
Quanto poi all’eventualità di un’uscita della Grecia dall’euro ritiene che nessuno «può costringerla ad uscire dall’area… spetta ai greci decidere se vogliono restare» dentro la moneta unica.
La Finlandia è l’ultimo paese della zona euro che può vantare ancora il migliore rating possibile, la tripla A, con una prospettiva stabile presso le tre grandi agenzie internazionali di rating.

fonte: borsaplus.com

Nessun commento:

Posta un commento

Caro amico/a
Inserisci il tuo commento rispettando te stesso le tue idee ed anche le altre persone con le loro idee. Sono vietati i contenuti offensivi per se stessi e per gli altri. Namaste