mercoledì 26 giugno 2013

Perchè la gente non reagisce davanti alle ingiustizie?

 impotenza appresa
GUARDA IL VIDEO
Vi è mai capitato di vedere un film come “Shindler’s list” dove i prigionieri venivano sterminati a sangue freddo? Perchè la gente non reagiva? Vi siete mai chiesti perchè non tentavano di strappare la pistola dalle mani del loro assassino? Perchè anche davanti alla morte, la rassegnazione era talmente alta da non tentare nemmeno un ultima e disperata fuga? Perchè a volte l’uomo davanti alle ingiustizie si sente totalmente impotente e si rassegna? Come siamo arrivati a questa rassegnazione generale e a questa apatia, che consente ai poteri corporativi di manovrare la politica e l’economia in maniera così disumana?

lunedì 24 giugno 2013

Cobra – Breve aggiornamento

Notevoli progressi sono stati compiuti dopo l’apertura del portale, il 25 maggio.
Sui piani non fisici, l’offensiva finale delle forze di luce per cancellare tutte le entità negative rimanenti è già avviata. Questa offensiva continuerà fino alla completa e definitiva liberazione dei piani non fisici e le forze di luce non si ritireranno in nessun caso. Questa offensiva è uno degli elementi chiave per la liberazione planetaria e possiamo confrontarlo con l’offensiva Operation Overlord che nel 1944 decise la vittoria delle forze alleate nella seconda guerra mondiale. Anche se ci vorrà ancora un po’ di tempo perché la liberazione sia completa, la nostra vittoria è assicurata.

UFO IN DIRETTA TV?- 16. giugno 2013.


ovni



mercoledì 19 giugno 2013

FAMOSO ONCOLOGO AMERICANO DI FAMA MONDIALE RIFIUTA LA CHEMIOTERAPIA PER LA MOGLIE MALATA DI TUMORE E GUARISCE


Dopo aver perso parenti e amici a causa di quello che definiscono il male del secolo, il cancro, dopo averli visti soffrire terribilmente per i postumi di cicli e cicli di chemioterapia e per poi morire…. Mi sono posta la domanda ” se un medico fosse colpito direttamente da questo male quale strada sceglierebbe?”.
Naturalmente queste sono riflessioni personali, si riportano solo a titolo informativo, ognuno poi agisce come meglio crede. (Renè)

martedì 18 giugno 2013

Il primo ministro Letta proclama lo Stato di eccezione. Cosa vuol dire?

Ciò che stiamo facendo è dovuto ad uno stato d’eccezione, mi lego a questo e al programma su cui il Parlamento ci ha dato la fiducia”, Enrico Letta, 5 giugno 2013.
Sovrano è chi decide sullo Stato di eccezione”, Carl Schmitth.
Nel caos dell’inutilità di un confronto politico sconfortante e opportunamente offuscato dal chiasso ipocrita di coloro che stanno dalla stessa parte, chi decide procede con passi da gigante verso l’utilizzo di quello stesso strumento politico che facilitò l’ascesa di Hitler al potere. Si chiama Stato di eccezione (permanente), lo si ritrova, come si vedrà meglio in seguito, nelle affermazioni del primo ministro italiano Enrico Letta

lunedì 17 giugno 2013

GNOSIS PRIMA LEZIONE


introduzione alla gnosi
 E’ necessario trionfare nella vita. Se volete veramente trionfare, dovete cominciare con l’essere sinceri con voi stessi: riconoscere i vostri errori. Quando riconosciamo i nostri errori, siamo sulla via di correggerli. Chiunque corregge i propri errori finisce inevitabilmente per trionfare.

martedì 11 giugno 2013

"La carne è cancerogena... ed è anche causa di quasi tutte le malattie degenerative, eliminatela o limitatene il consumo."

veronesi - alimentazioneMolti mi chiedono il motivo per cui le popolazioni non sono informate su questo, perchè i medici non ne parlino e perchè l'opinione comune è di tutt'altra realtà.
La base è che viene fatta un informazione errata, dalle università alle riviste medico scientifiche.
I professori nelle università insegnano cose errate sull'argomento alimentazione, gli studenti a loro volta insegneranno non in maniera corretta i loro futuri alunni o pazienti e così via.

SaLuSa 10 giugno 2013. Il potere del Sé Superiore:

Le cose si stanno dipanando rapidamente per la coscienza umana. La cabala sta ancora facendo tutto il possibile, per evitare che gli esseri umani abbiano la propria libera volontà, e stanno ancora cercando di influenzare il modo in cui l'umanità, su scala più grande,  pensa.C'è ancora molto da scoprire, ma ora si può cominciare a testimoniare la forza della verità, e di unità al suo meglio.

giovedì 6 giugno 2013

Benjamin Fulford – Aggiornamento, estratto

benjamin_fulford_2La guerra finanziaria si accresce con gli scontri in Turchia, il blocco della Banca Centrale Europea, omicidi e arresti, tra le nuvole della disinformazione.
Nel frattempo, un membro della famiglia del Drago è uscito fuori questa settimana per fornire un po’ di background. L’uomo che va sotto il nome di conte Alberto, ma insiste nel dire che non è il finto “Conte Albert Zvonko Berdik” inviato dalla Federal Reserve Board di Hong Kong, qualche tempo fa. Secondo lui, la famiglia del Drago risale a 3400 anni ed è presieduta da un singolo individuo che ha il nome in codice M1. Dice che la famiglia Drago ha formato un’alleanza con il Trust Five Star gestito dalla parte non-Bush della CIA.

Turchia: manifestanti sotto assedio

Una testimonianza diretta dalla Turchia in rivolta


Nella giornata di ieri siamo riusciti a contattare un nostro buon amico turco, nostro coetaneo, che si trova in questo momento nel suo paese a fare, beato lui, la sua rivoluzione.
Il suo racconto è nettamente diverso da quello filtrato dai canali all news. Anche su Twitter le notizie circa la reale gravità della brutale risposta poliziesca sono contrastanti: già il 31 Maggio si parlava di due morti, Amnesty conferma la cifra ma non c’è prova, su Twitter alcuni parlano in questo momento di 5 morti e spuntano le prime foto di persone apparentemente prive di vita, le strade di Istanbul sporche di sangue e detriti di una notte di combattimenti. Qualcuno dice che la polizia ha cominciato ad usare proiettili veri.

lunedì 3 giugno 2013

Hai debiti? Cosa devi sapere sulle NAC

TUTTO SULLE NAC

Abbiamo imparato che le N.A.C. Notifiche di Accettazione Condizionata sono uno strumento di estrema efficacia per risolvere le vessazioni che il sistema ci rivolge contro.
Fondamentale è – lo abbiamo sottolineato in molte occasioni – capirne i presupposti e capire cosa comporta per noi: spedire una NAC non è una scorciatoia per sottrarci ai nostri doveri ma per ristabilire, sotto nostra totale responsabilità e conoscenza, una situazione di squilibrio a nostro svantaggio.